Progetti lombardi per il gioco d’azzardo

by , under Uncategorized

Si è sottolineato più volte quanto “impegno” ci stia mettendo la regione Lombardia per combattere il gioco d’azzardo patologico: lo contrasta con ogni forma legale possibile e “si mette di traverso” ormai da tempo ostacolando, sempre nella legalità ovviamente, l’apertura di nuove sale da gioco e la distribuzione delle “famigerate macchinette mangia-soldi”. In più il Comune, sempre con Viviana Beccalossi , Assessore al Territorio e paladina del “no slot” aveva indotto un bando che rende disponibili 3 milioni di euro per progetti di prevenzione e contrasto al gioco d’azzardo patologico. Il termine per presentare i progetti scadrà il prossimo 14 maggio e tante e numerose sono state le proposte pervenute da tutta la Regione.

Il bando, proposto dalla Regione Lombardia, ha come obbiettivo quello di accettare progetti per attività utili a prevenire la ludopatia, azioni di controllo e vigilanza del territorio, prevenzione nelle scuole sino alla mappatura di questo fenomeno sul territorio. Altro scopo di questo bando è quello di premiare coloro che presentassero un progetto che comporti un impegno contro la ludopatia ed “idee innovative” che portino a “spegnere” tra brevissimo tempo le “famigerate macchinette mangia-soldi”, allontanarle dalle scuole, dalle chiese e dagli oratori, dagli ospedali e dai centri di aggregazione: la cifra di 3 milioni di euro stanziata può essere un ottimo inizio per questi scopi. Si potrà con questo incentivo dare voce alle decine di Comuni lombardi che in questi mesi cercano di “arginare il dilagare” del gioco d’azzardo sui rispettivi territori, gioco portatore di poca sicurezza e tranquillità per i cittadini.