Legge di stabilità sul gioco d’azzardo

by , under Uncategorized

Come ormai tutti sanno, anche chi forse non “frequenta” il mondo del gioco d’azzardo, con il primo gennaio 2015 è entrata in vigore questa benedetta Legge di Stabilità che tanto farà penare gli operatori del settore: quindi, tutti assolutamente guardinghi ed il richiamo alla più completa attenzione viene lanciato da Raffaele Curcio, Presidente della Sapar -Sezione Apparecchi per le Pubbliche Attrazioni Ricreative, a tutti gli iscritti. L’attenzione è da porsi, ovviamente, sul pagamento dell’addizionale di 500 milioni di euro a carico degli operatori degli apparecchi da intrattenimento collegati alle reti telematiche dei singoli concessionari: bisogna, prima di sottoscrivere qualsivoglia nuovo documento inviato appunto dagli stessi concessionari, farlo controllare dalla Sapar -Associazione nazionale che tutela gli interessi degli operatori. Quindi, nell’immediato, non sottoscrivere alcunchè!

Non v’è dubbio che questo “balzello” dei 500 mila euro sarà argomentazione assai sgradita a tutto il settore e che viene presa “con le pinze” per non incorrere in qualche “cavillo” che potrebbe costare assai caro. E stata una “pesante tegola” questa disposizione della Legge di Stabilità che rischia di destabilizzare l’intera filiera, da qui l’intervento di Sapar a tutela dei propri iscritti. Questa iniziativa è stata presa in attesa del decreto attuativo dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli –previsto entro il prossimo 15 gennaio- ed a seguito del comunicato stampa firmato da Sapar, As.Tro edAgisco che poneva l’attenzione sul mancato accoglimento delle proposte di distribuire equamente “quell’ingente pagamento” su tutta la filiera Vlt e Awp e non solo in capo ai soli gestori/esercenti di Awp. Vedremo gli sviluppi…